27 GENNAIO 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA

A.R.S. - Art Resistance Shoah             
Domenica 27 gennaio 2013, in occasione della Giornata Internazionale della Memoria, verrà presentato a Correggio il progetto A.R.S. - Art Resistance Shoah.
Il progetto, fondato da due storici dell’arte, Margherita Fontanesi e Salvatore Trapani  si inquadra nell’ambito della ricerca sulla memoria e suoi effetti nel presente culturale.
 
La parola “Ars”, che in latino significa arte, rimanda - adesso come acronimo - all’immagine di dell’arte legata alla Shoah e alla Resistenza abbracciando un periodo storico che va dal prebellico, alla liberazione dei campi di concentramento e dei paesi vittime del nazifascismo.
Un progetto pronto a cogliere, nel prezioso e libero territorio delle arti, nuovi strumenti di analisi e di riflessione e nuovi linguaggi espressivi.
 
Il “timbro” come logo  è una sorta di marchio sotto il quale rientreranno tutte le iniziative di A.R.S., nel nome della resistenza culturale e della libertà di pensiero
 
Il “format” A.R.S. si articola sempre su due livelli: momento espositivo e momento di approfondimento storico-artistico.
 
La mostra
La prima mostra di A.R.S. si intitola “Il volo di Sara”, si inaugura il 17 gennaio e sarà visitabile fino al 10 febbraio presso la Ludoteca “Piccolo Principe” a Correggio.
In mostra saranno esposte le tavole originali dell’omonimo libro di Lorenza Farina, illustrato da Sonia Maria Luce Possentini e edito da Fatatrac (2012). La storia è quella di Sara, una bambina ebrea che muore in un campo di concentramento.
Le tavole (matita, pastelli e acrilico su carta) parlano il linguaggio di Sonia Possentini, pulito, delicato e incisivo insieme, attraverso una narrazione che non nasconde mai la realtà, ma che sa coniugarla con un tono alla portata dei bambini.
L’esposizione sarà un racconto per immagini, a bassa voce e in punta di piedi, che accompagnerà il visitatore (adulto o bambino che sia) attraverso la storia di Sara, metafora di una storia corale che ha coinvolto milioni di bambini tragicamente morti nei campi di sterminio.
Sarà un momento di riflessione importante, un’occasione di confronto fra generazioni per poter dialogare e cercare di capire insieme cosa è stata la Shoah, per favorire il confronto e il dialogo all’interno delle famiglie, delle scuole e di ogni tipo di comunità.
I libri illustrati da Sonia Maria Luce Possentini hanno ricevuto tanti e prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero. L’artista è rappresentata dalla Galleria d’Arte de’ Bonis di Reggio Emilia (www.galleriadebonis.com) che sarà anche partner della mostra.
 
La conferenza
La conferenza inaugurale di A.R.S. è attesa al Correggio Art Home domenica 27 dicembre 2013 (ore 16.00) e organizzata in collaborazione con il “Museo Civico Il Correggio” in occasione della Giornata Internazionale della Memoria.
Si tratta di un vero e proprio seminario in due moduli, di un’ora ciascuno, tenuto dai fondatori di A.R.S. Margherita Fontanesi e Salvatore Trapani.
Il primo modulo di Trapani s’intitola “Arte e Shoah - tra memoria ed empatia” e ripercorre le produzioni artistiche nate nei campi (la così detta “Arte tra il filo spinato”) e in territorio libero, dopo la guerra, non solo dai superstiti, ma dagli artisti empatici. Questi ultimi hanno un ruolo chiave, perché ancorano al presente una pagina storica importante che non può restare nelle secche del passato.
Il secondo modulo, di Margherita Fontanesi s’intitola “Resistere: arte contro la dittatura” e prende le mosse dall’arte di regime fascista, ne illustra forme, contenuti e protagonisti per addentrarsi poi nell’arte ribelle, l’arte d’opposizione nelle sue diverse forme ma con il comune denominatore della denuncia, della libertà di espressione, della sofferenza trasformata in rabbia, della volontà di sopravvivere all’orrore, della creazione di un linguaggio artistico nuovo.
L’arte della libertà ha tante facce: è arte della sofferenza, per non dimenticare ma è anche arte del cambiamento, della vita, della ricostruzione. Può assumere sfumature ironiche e beffarde quando si contamina con la satira. Dà corpo a diverse sfaccettature dello stesso sentire contribuendo a delineare un quadro completo che va oltre la lettura dei dati storici per entrare nell’animo delle persone.
In Italia e all’estero artisti come Renato Guttuso, Afro, Marino Mazzacurati, Remo Brindisi, John Heartfield, Oskar Kokoschka, Georg Grosz, Paul Klee, Otto Dix, Pablo Picasso, Käthe Kollowitz, sono testimoni di un’epoca e portavoce di una resistenza culturale.
 
Partners
A.R.S. - Art Resistance Shoah ha il patrocinio del Comune di Correggio, che offre spazi per la mostra della Possentini nella Ludoteca Piccolo Principe e il Correggio Art Home per il seminario del 27 gennaio.
Anche l’Istituto Storico Istoreco di Reggio Emilia, tra le prime istituzioni nazionali su ricerca storica negli ambiti della Resistenza e dei costumi nella società contemporanea, ha dato il patrocinio a A.R.S. - Art Resistance Shoah.
 
A.R.S. - Art Resistance Shoah
Un progetto espositivo e di approfondimento culturale
a cura di
Margherita Fontanesi e Salvatore Trapani
 
Conferenza su Arte Resistenza e Shoah
Di Margherita Fontanesi e Salvatore Trapani
Domenica 27 gennaio ore 16.00
Correggio, Centro Correggio Art Home, Via Borgovecchio, 39
Tel. 0522-732072 e-mail info@correggioarthome.it
 
“Il Volo di Sara”, mostra di Sonia Maria Luce Possentini
Dal 17 gennaio al 10 febbraio 2013
Correggio, ludoteca “Piccolo Principe”, Via Fazzano, 9 all'interno della Casa nel Parco.
Orario di apertura:
da martedì a venerdì dalle 16,00 alle 19,00
sabato dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00
Tel. 0522-643811, e-mail ludoteca@comune.correggio.re.it